Attenzione! Il sito è momentaneamente in fase di restrutturazione pertanto i contenuti non sono definitivi e potrebbero subire modifiche.
Tel. (+39) 0541 756696|Email info@museoaviazione.com
  • en
  • it

MiG-15 UTI “Midget”

////MiG-15 UTI “Midget”
MiG-15 UTI “Midget” 2018-04-30T16:57:00+00:00

Project Description

MiG-15 UTI “Midget”

Il MiG-15 è nato con il contributo di una leggerezza commessa dal governo laburista inglese nel 1946. In quel periodo fu infatti concessa l’autorizzazione per l’esportazione di 25 Turboreattori Rolls Royce “Nene”, al momento i più avanzati al mondo. I motori appena giunti in U.R.S.S. vennero messi immediatamente in produzione (senza licenza) e contemporaneamente venne emessa una specifica relativa ad un caccia intercettore con ala a freccia. L’ufficio MiG riuscì, nell’arco di un anno, a progettare, costruire e far volare il prototipo (I-310 o velivolo S) il 30 dicembre 1947.

Quando i piloti americani incontrarono per la prima volta i MiG-15 in Corea fu una disfatta, essi infatti non disponevano di aerei all’altezza di questo nuovo aviogetto sovietico. Solo più tardi il formidabile F-86 Sabre ed il migliore addestramento dei piloti restituirono all’USAF una certa supremazia aerea, tanto che nel primo scontro tra MiG-15 e F-86 Sabre avvenuto il 17 dicembre 1950, gli americani riuscirono ad abbattere ben quattro caccia nemici.

La versione UTI servì ad addestrare i piloti alla guida di questo irrequieto caccia e dei suoi successori MiG-17 e MiG-19 che non prevedevano una versione biposto di serie. I MiG-15 UTI di produzione sovietica, cecoslovacca, polacca o cinese, hanno equipaggiato le aviazioni di tutti i paesi d’influenza socialista. L’aereo in mostra al Parco Tematico dell’Aviazione era incorporato nel JG-8 della Luftstreitkräfte di stanza a Marxwalde/Seelow (Germania).