Attenzione! Il sito è momentaneamente in fase di restrutturazione pertanto i contenuti non sono definitivi e potrebbero subire modifiche.
Tel. (+39) 0541 756696|Email info@museoaviazione.com
  • en
  • it
Centro Studi sulla “Linea Gialla” 2018-04-28T11:55:21+00:00

Centro Studi sulla “Linea Gialla”

Centro Studi sulla “Linea Gialla”

Quando nacque l’idea di edificare il Parco Tematico con al suo interno il Museo dell’Aviazione fu ricercata la migliore posizione sul territorio di Rimini. Parve piacevole farlo sorgere su un terreno collinare sia per avere una suggestiva panoramica sulla vicina Repubblica di San Marino, sia per dare una vista pressoché unica ai veivoli esposti al proprio interno. Gli ideatori non erano a conoscenza del fatto che sarebbe diventato l’unico Parco Tematico sull’aviazione al mondo realizzato con questa prospettiva. Un fatto che ignoravamo è che il terreno dove sorge il Parco fosse stato teatro di importanti azioni belliche della Seconda Guerra Mondiale. Per la verità in diverse occasioni, durante la fase dei lavori riguardanti i movimenti del terreno sono venuti alla luce una quantità di proiettili sia di cannone sia di mitragliatrice ed ancora innumerevoli schegge di bombe, segno inequivocabile dei cruenti combattimenti svolti in quest’area. Solo oggi, dopo le approfondite ricerche dello studioso Prof. Amedeo Montemaggi, siamo venuti a conoscenza del ruolo che ha avuto questa collina nel teatro delle operazioni belliche che riguardano la “Linea Gialla”. Il fatto che il Museo dell’Aviazione si estende su un’area che ha avuto grande parte nelle vicende dell’ultimo conflitto crea in noi tutti una particolare suggestione, tant’è vero che all’interno del padiglione sono ancora conservati alcuni degli oggetti ritrovati.
Dopo aver saputo che durante la II^ Guerra Mondiale sul terreno dell’odierno Parco Tematico dell’Aviazione si svolsero combattimenti di eccezionale violenza per la conquista di Rimini che coinvolsero le truppe di numerose nazioni, la Direzione del Museo ha creato un centro di raccolta documentale per approfondire gli studi e le ricerche sulla “Linea Gotica” (Linea Verde) e di conseguenza sulla “Linea Gialla”.
La “Linea Gialla” non è altro che l’ultimo muro tedesco, in contrapposizione all’invasione degli Alleati.

Il centro di studio  sulla “Linea Gialla” si trova vicino all’area di ristoro del Parco, all’incrocio tra Via dei Trasvolatori Atlantici e Via Ettore Muti.

La battaglia di Rimini era stata un’enorme manovra di rimorchio, con l’ottava Armata britannica sull’Adriatico e la quinta. Esercito sull’Appennino. Contro Rimini che erano già stati massacrati dai 92 raid aerei, l’artiglieria alleata sparato colpi 1.470.000 (rispetto a 1,2 milioni a El Alamein e 500.000 a Cassino). L’aereo ha operato 11.510 missioni di attacco, di cui 486 solo il 18 settembre. Circa 100.000 sono state le vittime (morti, feriti e mancanti) tra gli alleati, i tedeschi e gli italiani, mentre 1.000 auto blindate erano state fatte senza battute.

Mappa originale di Winston Churchill in cui sono indicate:

  • La Linea di partenza, 25 Agosto 1944
  • La Linea Gotica di Pesaro a Massa Carrara (Tirreno)
  • la fine dell’offensiva 6 gennaio 1945

Gli uomini che decisero il destino del mondo: Stalin, Roosevelt e Churchill.

Sopra lo schizzo dell’autore sull’andamento della carica dei Bays, l’attacco alla Linea Gialla (RiminiStellung)