Attenzione! Il sito è momentaneamente in fase di restrutturazione pertanto i contenuti non sono definitivi e potrebbero subire modifiche.
Tel. (+39) 0541 756696|Email info@museoaviazione.com
  • it

De Havilland FB. MK4 VENOM

////De Havilland FB. MK4 VENOM
De Havilland FB. MK4 VENOM 2018-01-15T15:46:42+00:00

Project Description

La prolifica famiglia del Vampire inglese trovò la sua naturale successione in quella dei più potenti e moderni de Havilland Venom. Pur mantenendo l’impostazione originale, questi aerei furono un prodotto completamente nuovo, che portò al massimo l’evoluzione della cellula. Il progetto del Venom (designazione di fabbrica DH.112) fu avviato nel 1949, con il prototipo che ebbe il battesimo dell’aria il 2 Novembre. La caratteristica di base del nuovo aereo era l’adozione di un motore più potente, il turboreattore Ghost da 2.335 kg di spinta di base, e questo comportò la riprogettazione dell’intera struttura e dell’ala che dovettero essere adeguate alle più avanzate prestazioni. Con alettoni servoassistiti, superfici di coda ridisegnate, un seggiolino eiettabile e con serbatoi sganciabili alle estremità alari, fu la versione più moderna della casa de Havilland. Anche se in Gran Bretagna il Venom non ebbe lo stesso successo del Vampire, l’andamento delle esportazioni fù più che soddisfacente. In particolare la Svizzera produsse su licenza più di 250 aerei e furono operativi fino al 1981 al termine di una vita operativa indiscutibilmente brillante, che aveva ampiamente sfruttato la manovrabilità del Venom su aeroporti in vallate montane fino a 1400 metri di quota. La Francia, invece, ne sviluppò una variante migliorata denominata Aquilon che fu prodotta in 114 esemplari complessivi, circa la metà dei quali biposto da addestramento. Il Venom venne utilizzato dalla RAF nella campagna di Suez nel 1956 contro l’Egitto, operando da Cipro in missione di attacco al suolo, impiegando i 4 cannoni da 20 mm e 8 razzi sospesi ai piloni sotto le prese d’aria del motore.